Allerta pagamenti con il POS: ecco come ti possono truffare

Dall’inizio degli anni 2000 i pagamenti digitali sono divenuti ancora più comuni e diffusi rispetto al passato, grazie alla prima diffusione delle carte prepagate come Postepay, sviluppata proprio nel 2003, che ha aumentato il numero dei pagamenti digitali e quindi anche la frequenza di uso del caratteristico POS.

Allerta pagamenti con il POS: ecco come ti possono truffare

Il POS non è altro che il terminale già diffuso dagli anni 80, utilizzato come strumento di pagamento tramite carta, e più recentemente anche degli smartphone con funzionalità NFC. Da qualche anno anche i POS hanno subito una netta evoluzione, acquisendo funzionalità come il Wifi, che rende possibile utilizzarli e spostarli senza l’ausilio di cavi, oltre al contactless, che come è oramai conosciuto,  permette di eseguire pagamenti digitali senza l’ausilio del contatto “diretto”.

Il Contactless esula anche dalla necessità di inserire il PIN per importi entro una soglia definita (generalmente 25 o 50 euro), condizione che ha aumentato la fruibilità ma ha anche portato lo sviluppo di qualche truffa.

Trattandosi questa di una forma di  tecnologia che opera anche  ad una distanza di qualche centimetro tra POS e carta/smartphone, il contactless è stato utilizzato in maniera illecita in svariati luoghi, in prossimità del periodo post pandemico.

Molti POS portatili, facili da nascondere, sono stati infatti “programmati”  per “catturare” denaro da dispositivi e tessere in questo modo, semplicemente avvicinandoli ad un portatessere o portamonete, con la speranza di “entrare a contatto” con una tessera munita di questa forma di pagamento. In quasi tutti i casi tuttavia la truffa non ha portato i frutti ma tra i numerosi tentativi, alcuni si sono visti effettivamente “sfilare” digitalmente del denaro in questa maniera.

E’ quindi opportuno o quantomeno consigliabile fare ricorso a metodi di “schermatura” per evitare pagamenti di questo tipo “non voluti”, ad esempio con l’adozione di portatessere e portamonete dotati di tecnologia RFID.

POS truffa bancomat POS pagamenti

author avatar
Vincenzo Galletta
Vincenzo Galletta è un rinomato copywriter e giornalista, con una vasta esperienza nel mondo dell'economia, dell'oroscopo e molte altre categorie. La sua capacità di comunicare in modo chiaro e coinvolgente lo ha reso una figura autorevole e rispettata nel campo del giornalismo online. Con milioni di seguaci che lo guardano come una fonte di informazioni affidabile e interessante, Vincenzo ha dimostrato di avere una profonda conoscenza dei temi che tratta, offrendo ai suoi lettori un'ampia gamma di contenuti informativi e intriganti. Grazie alla sua competenza multipla e alla sua abilità nel tenere il pubblico incollato alle sue parole, Vincenzo continua a ispirare e informare un vasto pubblico online con i suoi articoli e le sue previsioni.
POTREBBE INTERESSARTI