Pulire casa con ammoniaca: attenzione, ecco cosa potrebbe accadere

Ci sono parecchie persone che da sempre sono attente all’estrema pulizia della casa e questo vale ancor di più per alcuni ambienti molto delicati come ad esempio il bagno e la cucina. Sono, infatti, proprio queste le stanze in cui si può trovare lo sporco più ostinato, vari aloni e incrostazioni varie. Ma comunque, esistono alcuni oggetti su cui possiamo sperimentare svariati rimedi naturali.

C’è per esempio un particolare prodotto dal reparto ortofrutta che si può utilizzare per la pulizia delle maniglie e delle superfici metalliche rendendole subito splendenti. La stessa cosa vale anche per il parquet, per il quale potremmo evitare l’utilizzo della cera o del sapone ed utilizzare piuttosto una comune bevanda che sia capace di renderlo lucido e ben rinnovato.

Questi metodi però alle volte potrebbero non bastare affatto per riuscire ad ottenere l’effetto sperato e, specialmente in certe situazioni è opportuno fare quelle pulizie più profonde che richiedono l’utilizzo dei vari prodotti chimici e per questo l’ammoniaca risulta essere un vero jolly.

Come si usa l’ammoniaca?

Intanto iniziamo con il dire che cos’è questa sostanza: si tratta di un composto chimico di azoto che risulta decisamente tossico. Per tale ragione è davvero molto importantissimo saperla maneggiare ed utilizzare nel modo giusto con una certa attenzione e nei modi giusti. In particolar modo, ricordiamo proprio che l’ammoniaca non ha affatto un elevato potere disinfettante ed antibatterico.

E’ proprio per questo, infatti, che potremmo essere tentati di mischiarla o di utilizzarla in modo combinato con altri prodotti come ad esempio la candeggina ma sappiate che non c’è di più sbagliato e pericoloso. Ad affermare ciò è lo stesso Istituto Superiore di Sanità che ci mette in guardia rispetto ai potenziali rischi innescati da questo mix. In particolar modo, pare che esso scatenerebbe una potente reazione chimica che sia in grado di esalare le clorammine.

Possiamo impiegare l’ammoniaca in vari modi diverse e per diverse destinazioni d’uso. Sempre per ragioni di sicurezza è però fondamentale non utilizzarla pura, ma diluirla con dell’acqua. In cucina l’ammoniaca si può utilizzare per la pulizia del piano cottura e dell’acciaieria, come ad esempio i rubinetti e i lavandini. Il forte potere sgrassante consentirà, quindi, di togliere facilmente le incrostazioni di tutti i tipi e gli aloni bianchi.

Per questo risulta essere un ottimo rimedio anche per eliminare l’eventuale patina di unto che si è depositata sulla cappa e sul mobilio accanto ai fornelli e possiamo servirci di ammoniaca ben diluita per un pulito senza rimanenza di residui sui pavimenti e per trattare anche le antiestetiche macchie di muffa. La cosa interessante è che l’ammoniaca può essere usare anche sui vetri l’ammoniaca dove regala risultati davvero stupefacenti.

author avatar
Sandra Di Garbo
Sandra Di Garbo è una donna poliedrica con una passione divisa tra l'arredamento di casa e giardino e il mondo degli affari ed economia. Con uno sguardo attento sia al bello che all'efficienza, Sandra ha coltivato una profonda conoscenza nell'ottimizzazione degli spazi domestici e nel design verde, trasformando le case in rifugi accoglienti e gli spazi esterni in veri e propri paradisi. Allo stesso tempo, la sua curiosità e competenza nel campo degli affari e dell'economia l'hanno portata ad esplorare le dinamiche finanziarie e imprenditoriali, diventando una voce autorevole nel fornire consigli pratici e analisi approfondite. Grazie alla sua versatilità e alla sua capacità di unire due mondi apparentemente distanti, Sandra continua a ispirare e informare il suo pubblico su come migliorare la propria casa, il proprio giardino e le proprie finanze con intelligenza e stile.
POTREBBE INTERESSARTI