“Non mettere la candeggina in lavatrice!”: attenzione, ecco il motivo

La candeggina è una sostanza davvero molto versatile che può essere impiegata sia per igienizzare le superfici, sia per sbiancare e smacchiare il bucato a mano oltre che in lavatrice. Tuttavia, però, se non viene utilizzata con la dovuta attenzione, ecco che può risultare dannosa e può rovinare gli oggetti e la biancheria. Per tale ragione sarebbe opportuno proporvi alcuni trucchi e consigli utili al fine utilizzare la candeggina in lavatrice senza alcuno rischio e avere capi sempre perfettamente puliti e igienizzati.

La candeggina che si trova in genere sugli scaffali dei supermercati non è altro che ipoclorito di sodio diluito (ovvero il cloro). Si tratta di una sostanza liquida che si riconosce soprattutto per il tipico odore pungente e per il caratteristico colore giallo paglierino e la sua caratteristica più apprezzata è sicuramente l’alto potere ossidante.

Questa è una proprietà che la rende il prodotto perfetto per disinfettare, per smacchiare ed anche per detergere a fondo il bucato, anche se ne fa una sostanza che deve essere maneggiata con estrema attenzione. Essa, infatti, non soltanto può macchiare e di conseguenza rovinare irrimediabilmente i nostri capi colorati, ma può anche indebolire la trama dei tessuti.

Candeggina: ecco come utilizzarla in lavatrice

La candeggina è un prodotto davvero molto efficace che, comunque, deve essere usato con parsimonia per il lavaggio della biancheria, perché, se usata troppo spesso, rischia di indebolire i nostri tessuti. Il momento giusto per utilizzarla è quindi prima di iniziare il ciclo di lavaggio, pretrattando a mano il capo.

Essa può essere utilizzata per smacchiare e per rendere più belli i capi bianchi ma anche per smacchiare i capi colorati e delicati (utilizzando però la candeggina delicata). Ma quante volte vi è capitato di tirare fuori dalla lavatrice i capi bianchi ben puliti e ritrovarli rosa, azzurri o grigi, senza sapere come fare per rimediare al disastro?

In questo caso dovete mettere i capi bianchi macchiati all’interno di una bacinella piena d’acqua aggiungendoci un bicchiere di candeggina e lasciandoli in ammollo per almeno 1 ora; dopo di che si deve pulire per bene la lavatrice con un panno inumidito per poter eliminare tutte gli eventuali residui di colore rimasti nel cestello. Può anche capitare, inoltre, che i capi presentino delle macchie fin troppo difficili da eliminare, come per esempio quelle di erba, di sugo o di cioccolato.

Per assicurarvi di ottenere un risultato ottimale, vi basterà versare soltanto poche gocce di candeggina sulla macchia e strofinare con una spazzola per bucato per farla penetrare proprio all’interno del tessuto. Questa è una soluzione efficace e ben innovativa al problema delle macchie ostinate, che vi permette di prendervi cura dei capi senza rovinarli minimamente ed è rappresentata anche dal sistema Antimacchia Plus di cui sono dotati i nuovi modelli di lavatrici.

author avatar
Sandra Di Garbo
Sandra Di Garbo è una donna poliedrica con una passione divisa tra l'arredamento di casa e giardino e il mondo degli affari ed economia. Con uno sguardo attento sia al bello che all'efficienza, Sandra ha coltivato una profonda conoscenza nell'ottimizzazione degli spazi domestici e nel design verde, trasformando le case in rifugi accoglienti e gli spazi esterni in veri e propri paradisi. Allo stesso tempo, la sua curiosità e competenza nel campo degli affari e dell'economia l'hanno portata ad esplorare le dinamiche finanziarie e imprenditoriali, diventando una voce autorevole nel fornire consigli pratici e analisi approfondite. Grazie alla sua versatilità e alla sua capacità di unire due mondi apparentemente distanti, Sandra continua a ispirare e informare il suo pubblico su come migliorare la propria casa, il proprio giardino e le proprie finanze con intelligenza e stile.
POTREBBE INTERESSARTI