Trova questo vecchio gettone telefonico italiano: ecco quanto puoi guadagnare

Se oggi il telefono è interpretato come uno strumento dall’assoluto “potere” e valore effettivo, in parte ciò è anche dovuto dalla diffusione di strumenti come il gettone telefonico che ha avuto in ordine di tempo una diffusione capillare in modo particolare in tutta la seconda metà del Novecento, anche a causa dello sviluppo del telefono pubblico. Un vecchio gettone telefonico italiano può rivelarsi assolutamente interessante sotto vari punti di vista.

E non tutti i gettoni sono uguali ed hanno avuto la medesima diffusione, anzi spesso si tratta di pezzi molto specifici ed unici sotto vari punti di vista.

Quello di cui ci occuperemo oggi è sufficientemente raro da essere difficile da trovare, ma non impossibile. Ed al “costo giusto” può portare una vera e propria forma di beneficio in termini di vendita.

Trova questo vecchio gettone telefonico italiano: ecco quanto puoi guadagnare

vecchio gettone telefonico

Anche se tra i più giovani possono sembrare simili a monete, i gettoni telefonici identificano una forma di oggetti dalla natura molto specifica e particolare che hanno avuto il ruolo importante di garantire in qualche modo l’accesso ai telefoni pubblici di ogni tipo, tutti quelli “alimentati” con questi oggetti metallici.

Dal punto di vista storico sono tutti importanti anche se hanno avuto una diffusione importante in modo specifico negli anni tra il decennio 1960 e 1980. Ma la prima diffusione è stata effettuata nella “prima fase” del gettone, quando i telefoni erano ancora qualcosa di sufficientemente “raro” negli uffici e nei negozi.

La primissima fase del gettone risale infatti al 1927 quando la Stipel, una delle prime società adibite al contesto telefonico in Italia dal punto di vista statale, ed è stata proprio la Stipel a concepire il gettone inteso come oggetto comune per la prima volta ed a farlo conoscere nella quasi totalità dei casi ad una prima “ondata” di cittadini, attraverso la Fiera Campionaria, una forma di “anticipazione” dell’EXPO dei tempi. In questa manifestazione a Milano sono stati resi disponibili oramai quasi un secolo fa, questi oggetti indispensabili per l’utilizzo dei telefoni in fiera.

Stipel si è anche occupata dei prodotti telefonici per altri anni almeno fino all’unificazione nella SIP, per quanto riguarda la zona nord ovest del paese.

Un gettone stipel del 1927 può valere cifre molto interessanti: un pezzo realizzato in bronzo o alpacca vale a seconda delle condizioni da circa 30 euro fino a 150 euro. Se si tratta della variante in zinco il valore può superare i 250 euro.

vecchio gettone telefonico
author avatar
Vincenzo Galletta
Vincenzo Galletta è un rinomato copywriter e giornalista, con una vasta esperienza nel mondo dell'economia, dell'oroscopo e molte altre categorie. La sua capacità di comunicare in modo chiaro e coinvolgente lo ha reso una figura autorevole e rispettata nel campo del giornalismo online. Con milioni di seguaci che lo guardano come una fonte di informazioni affidabile e interessante, Vincenzo ha dimostrato di avere una profonda conoscenza dei temi che tratta, offrendo ai suoi lettori un'ampia gamma di contenuti informativi e intriganti. Grazie alla sua competenza multipla e alla sua abilità nel tenere il pubblico incollato alle sue parole, Vincenzo continua a ispirare e informare un vasto pubblico online con i suoi articoli e le sue previsioni.
POTREBBE INTERESSARTI