Dove coltivare le zucchine? Ecco la risposta dell’esperto

La zucchina (Cucurbita pepo) è una pianta della famiglia delle cucurbitacee amata per il gusto e versatilità in cucina. Si tratta di una pianta che esige molte sostanze nutritive dal terreno, ma se viene coltivata con cura arriva ad offrirci una ricca produzione. Inoltre, oltre al frutto, si possono cucinare i suoi buonissimi fiori, da fare appena colti!

Ecco come prendercene cura per far si che lo zucchino cresca rigoglioso e produttivo.

Il terreno e il clima in cui coltivare zucchine

Il terreno adatto per le zucchine richiede un ph del terreno compreso tra sei e sette. Per prevenire malattie quali l’oidio è inoltre importante sapere che non ci devono essere ristagni d’acqua dopo l’innaffiatura.

Dato che la zucchina è una pianta di origine tropicale, richiede un clima abbastanza temperato e teme il gelo, infatti smette di crescere sotto i 10 gradi. E’ una pianta che ama temperature intorno ai 15 di notte e 25 durante il giorno.

Preparazione del terreno e concimazione delle zucchine

Prima di coltivare le zucchine dobbiamo preoccuparci di preparare il terreno dell’orto. L’ideale sarebbe iniziare in autunno, perché e ‘ il periodo indicato per una buona concimazione di fondo. Il suolo deve essere preparato almeno 10 giorni prima di mettere la piantina o i semi.

Il classico metodo per la preparazione del terreno prevede la vangatura. La vangatura risulta utile quando  il terreno è coltivato regolarmente e per non rivoltare le zolle.

Naturalmente, la concimazione è particolarmente importante per la crescita della zucchina. D’altronde, si tratta pur sempre di un tipo di pianta che richiede molta sostanza organica e nutrimento. Al suolo va dunque aggiunto del compost e del letame. Teniamo come riferimento indicativo 1 kg di letame secco al metro quadro.

Come e quando seminare lo zucchino

La zucchina ha un seme grande che germina facilmente. Puo essere coltivato in semenzaio, perché sia riparato, o in pieno campo a patto che il clima lo consenta. Vediamo nel dettaglio.

La semina in semenzaio

Le zucchine possono essere seminate a marzo solo in semenzaio, in coltura protetta. Basta collocare un seme per ogni vaso, a un cm di profondità e con la punta rivolta verso il basso. Se la temperatura si mantiene sui 20 gradi, il seme germoglia in 4 giorni.  Se invece la temperatura è più calda il seme ci metterà anche meno tempo. La piantina può rimanere nel vasetto fino alla formazione di 3 foglie vere, generalmente 15 o 20 giorni, poi si deve trapiantare.

Le semina delle zucchine

Le zucchine vanno piantate iniziando da metà aprile, quando la temperatura si stabilizza sopra ai 10/15 gradi. Il freddo blocca la crescita di queste piante e restano nane. Per la semina a dimora all’aria aperta vanno messi 2 o 3 semi per ogni postarella, ad una profondità di 1,5 cm. La punta del seme va in basso.

Il sesto di impianto

Le zucchine sono molto esigenti anche in fatto di spazio, dunque vanno coltivate a 1 metro o 80 cm di distanza l’una dall’altra.

Le zucchine sono verdure particolarmente indicate per le diete ipocaloriche, in quanto contengono soltanto 20 calorie in 100 grammi di frutto.

Fresh zucchini squashes on wooden background
author avatar
Salvina Marsiglia
Salvina Marsiglia è una celebre copywriter italo-americana con una passione travolgente per i rimedi casalinghi e il fai da te. Cresciuta immersa nelle tradizioni familiari italiane e nell'energia creativa americana, Salvina ha combinato le sue radici culturali con la sua creatività innata per diventare un'autorità nel mondo dei rimedi fai-da-te. Attraverso i suoi articoli e le sue guide, condivide con il pubblico la sua vasta conoscenza di soluzioni pratiche e naturali per la cura della casa, della salute e della bellezza. Grazie alla sua capacità di comunicare in modo chiaro e coinvolgente, Salvina ha guadagnato una vasta schiera di seguaci che apprezzano i suoi consigli pratici e ispiratori. La sua missione è quella di rendere accessibili a tutti i segreti del fai-da-te, trasformando le case in spazi accoglienti e salutari in modo semplice e divertente.
POTREBBE INTERESSARTI