TARI, Rizzo all’attacco: “Aumento dei costi di oltre un milione di euro”

TARI, Rizzo all’attacco: “Aumento dei costi di oltre un milione di euro”

Antonio Rizzo all’attacco. L’ex assessore del comune di Campagna, la cui delega fu revocata prima della fine del mandato nel 2017, è tornato a parlare dell’operato del sindaco di Campagna, Roberto Monaco, e della sua amministrazione.

L’ex assessore ha pubblicato, infatti, tramite il proprio profilo Facebook, un lungo post incentrato sulla raccolta differenziata (TARI). Parole banali o semplici considerazioni? Macché! “Dopo anni di buona amministrazione, la mia, con un ribasso consistente delle tariffe riguardanti il servizio di Raccolta Differenziata, che ci ha visti protagonisti di una performance strepitosa, oggi siamo al disastro!!!”.

Inizia così il suo messaggio indirizzato al primo cittadino campagnese, passando poi a snocciolare una serie di dati relativi agli ultimi anni: “Nel 2013 ereditai un comune con una raccolta differenziata pari al 43-44% ed un costo di gestione, previsto per quell’anno, pari a circa 2.200.000,00 euro. Con un lavoro certosino, una nuova gara d’appalto, un’attenta e mirata gestione […], in due anni portammo il comune di Campagna tra i comuni ricicloni, raggiungendo una percentuale di raccolta differenziata superiore al 78%, con un miglioramento di 34 punti in tre anni, riuscendo ad abbassare i costi fino a toccare un minimo storico di 1.637.096,00 euro”.

L’ex assessore Rizzo esalta questo ultimo dato precisando che “oggi siamo arrivati a 2.783.893,00 euro, cioè 1.150.000,00 euro in più rispetto al 2017. Sindaco – conclude Rizzo -, ha detto ai nostri cittadini che stanno arrivando gabelle con un aumento medio di oltre il 60% in un solo anno? 4 rate invece di 2? Dia una risposta alla città, basta silenzi e codardia”. Attacco diretto, senza troppi fronzoli. Si aspetta una replica di Monaco…