Ordinanza fuochi d’artificio: divieto disposto fino al 7 gennaio

Ordinanza fuochi d’artificio: divieto disposto fino al 7 gennaio

Il sindaco del comune di Campagna, Roberto Monaco, ha emesso un’ordinanza riguardante l’utilizzo dei fuochi d’artificio nel periodo natalizio.

Rilevato

-che nell’approssimarsi delle feste di Capodanno, anche il comune di Campagna è per consuetudine teatro, in tutti i quartieri, di molteplici e numerosi scoppi di petardi, mortaretti e artifici similari, nonché di fuochi pirotecnici di libera vendita, concentrati in particolare nella notte di Capodanno, nei minuti dopo la mezzanotte, ma anche, seppur in modo più sporadico, nei giorni immediatamente precedenti;

-che tale pratica, anche a causa del volume di forza esplodente che viene liberata dalla contemporaneità degli scoppi, rischia di procurare danni o lesioni alle persone, anche gravi e gravissimi, provocati dall’uso improprio o dal malfunzionamento di detti ordigni.

Ritenuto opportuno che tale pratica sia vietata nelle aree pubbliche ed a uso pubblico, e fatta oggetto di particolare vigilanza nel periodo tra Natale e Capodanno, compresa la notte di Capodanno, allo scopo di prevenire danni all’incolumità pubblica,

DISPONE IL DIVIETO

dalle ore 18:00 del 24 dicembre 2018 alle ore 7:00 del 7 gennaio 2019 ai detentori di materiale pirotecnico, non titolari di licenza di cui all’art. 57 del TULPS, né autorizzati all’attuazione di manifestazioni pirotecniche in luoghi pubblici:

-di effettuare e far effettuare lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico, e nei luoghi privati da cui possono essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico;

-l’utilizzo di fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati senza la licenza di cui all’art. 57 del TULPS;

-l’utilizzo di fuochi pirotecnici, anche posti in libera vendita, nei luoghi privati senza rispettare le istruzioni per l’uso stabilite sulle etichette e le prescrizioni di cui al DL 58/2010.  

Le violazioni alle suddette disposizioni sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da euro 25,00 ad euro 500,00 fatte salve le sanzioni per ulteriori illeciti…”.

L’ordinanza completa è presente sul sito del comune di Campagna: www.comune.campagna.sa.it