Roberto Monaco a Radio Alfa: “Il nuovo Centro Sociale coinvolgerà l’intera comunità”

Lo psicologo del territorio: Roberto Monaco lancia una nuova iniziativa

Il sindaco di Campagna, Roberto Monaco, è intervenuto, nella giornata di ieri, ai microfoni di Radio Alfa per spiegare, nei minimi dettagli, le finalità del Centro di Integrazione Sociale inaugurato lo scorso 2 maggio e gestito dall’Associazione Fili d’Erba con A.F.C.A.D.

Ecco le dichiarazioni del primo cittadino campagnese:

Sindaco, cos’è il Centro di Integrazione Sociale?

E’ un centro che mette a disposizione dei ragazzi e delle loro famiglie uno spazio, presso Santa Maria la Nova, dove si eseguono laboratori di ceramica, di decoupage, di disegno e pittura; ma, allo stesso tempo, si dà spazio anche a momenti di danze popolari, di teatro e di musica, si proiettano film e si organizzano attività sportive. Insomma, un insieme di attività di socializzazione che hanno come finalità l’integrazione, in quanto, tali iniziative, si aprono alla comunicazione tra i ragazzi che hanno le loro difficoltà e il resto dei cittadini”.

Quindi, un centro rivolto alle famiglie e ai ragazzi affetti da disabilità…

L’aspetto più innovativo è che questo centro si occupa anche di organizzare una serie di iniziative che coinvolgono l’intera comunità, proprio per favorire il processo di integrazione sociale: penso a “SolidArte”, cioè una giornata di solidarietà abbinata alla musica, penso a “Campagna folkfestival”, una giornata dedicata a canti e balli sotto la luna piena. Allo stesso tempo sono previste delle giornate di sensibilizzazione, come la giornata internazionale per i “Diritti delle Persone con Disabilità”. E’ in programma anche “Natale insieme”, con animazione, giochi e spettacoli durante il periodo natalizio, senza dimenticare la colonia estiva. Insomma, un vero e proprio centro di servizi, di integrazione sociale che non è confinata all’interno di mura, ma si apre alla comunità, al coinvolgimento di tutti i cittadini”.

Sindaco, a quanto ammonta il costo per il comune?

Diverse decine di migliaia di euro, però noi contiamo di fare in modo che il centro non stia in piedi solo per quest’anno, ma sia un progetto strutturato nel tempo e presente per sempre”.

Fonte: www.Radioalfa.fm