Falsi tecnici Enel a Campagna: primi tentativi di truffa a Ponte Barbieri

Falsi tecnici Enel a Campagna: primi tentativi di truffa a Ponte Barbieri

Da alcune settimane, in diversi comuni del napoletano-salernitano, è entrata in azione la cosiddetta “coppia del furgone bianco”. Dalle prime testimonianze è emerso che due uomini, probabilmente di origine straniera, si sarebbero aggirati in tali zone spacciandosi per tecnici dell’Enel; una copertura che gli ha permesso di entrare in diverse case e di compiere numerosi furti.

Il livello di attenzione, dallo scorso fine settimana, è aumentato notevolmente anche nel comune di Campagna. Sembra, infatti, che la famigerata coppia sia entrata in azione anche nella suddetta città, percorrendo in particolare i vicoli tra Ponte Barbieri e Santa Maria la Nova. Difficile al momento riuscire a stabilire se si tratti davvero degli stessi malviventi, anche se sono numerose le analogie tra quelli che hanno agito tempo fa nel territorio napoletano-salernitano e quelli avvistati recentemente a Campagna.

Gli episodi a Campagna

I falsi operatori dell’Enel, con il loro furgone bianco (contraddistinto, a quanto sembra, da alcune scritte poste su entrambi i lati), si sono aggirati per le strade tra Ponte Barbieri e Santa Maria la Nova nelle giornate di venerdì 30 e sabato 31 dicembre. Diversi residenti della zona hanno notato il veicolo, attirati soprattutto dalla sua lenta andatura.

La coppia, stando alle testimonianze raccolte, non si sarebbe accontentata di un semplice giro di perlustrazione, ma è entrata in azione almeno in tre diverse occasioni. Il primo episodio, avvenuto presso Ponte Barbieri, ha visto i due uomini chiedere delle semplici informazioni ad una signora impegnata in faccende domestiche nel proprio giardino; la presenza di due cani di grossa taglia ha, probabilmente, scongiurato il loro tentativo di entrare in casa.

Successivamente, in un’abitazione poco distante dalla prima, si sono presentati come tecnici dell’Enel e hanno chiesto con insistenza alla proprietaria della casa di visionare il contatore della luce; in questo secondo caso è stato determinante il comportamento della signora in questione, abile a non permettere ai due l’accesso tra le proprie mura domestiche e a chiamare il figlio una volta intuite le intenzioni dei malviventi.

Purtroppo, il terzo tentativo, fatto nella giornata dell’ultimo dell’anno, ha visto i due falsi tecnici riuscire ad entrare in casa di due vecchietti. Dalle prime indiscrezioni, sembra che non hanno portato via niente dall’abitazione, probabilmente perché non hanno trovato nulla di loro interesse. Tuttavia, resta il fatto che ai due anziani coniugi hanno fatto firmare diversi fogli dal contenuto sconosciuto.

Massima allerta, dunque, la “coppia del furgone bianco” ha puntato anche i campagnesi.