La calda estate campagnese: Chiena presente (con ritardo), assenti Campagna Village e Summer Cup

Consorzio Tenza, "Made in Campagna": alla riscoperta delle antiche tradizioni

Prima Chiena dell’anno, per Campagna è davvero arrivata l’estate. Un avvicinamento arduo quest’anno, che ha visto la Pro Loco – in sinergia con il comune – chiamata a sbrogliare una matassa tutt’altro che semplice. Tempi organizzativi che si sono allungati originando in pieno luglio solo un antipasto del calendario ufficiale: la passeggiata di quest’oggi. Per il resto ancora nessuna agenda giornaliera in grado di delineare i singoli eventi da qui al prossimo 17 agosto.

Un ritardo inaspettato che, tuttavia, è stato “bilanciato” dalle novità di questa edizione: spogliatoi (finalmente!), info point, servizi igienici, filodiffusione, segnaletica, security ecc…tutti elementi indispensabili per un evento di tale portata che ogni anno attira migliaia di persone.

C’è chi critica e chi lavora…”, ha tuonato Roberto Monaco probabilmente in risposta al suo avversario politico dell’ultima tornata, Andrea Lembo, che giusto qualche ora prima aveva ironicamente chiuso un suo post al grido di “Non c’è che dire: Campagna Avanza”, riprendendo uno slogan elettorale del primo cittadino. Insomma, il feeling tra i due c’è (e si vede).

Al centro del post dell’avvocato Lembo è comparsa un’altra problematica dell’ultimo periodo: “Campagna Village” e “Summer Cup”. Due eventi che hanno scandito, insieme alla Chiena, le ultime stagioni calde campagnesi. Quest’anno, purtroppo, niente, certificando una perdita inestimabile per la città da tutti i punti di vista.

Il futuro dipende da ciò che si fa oggi” (Mahatma Gandhi). Pochi minuti e sarà nuovamente ‘a Chiena. Buona rinfrescata, campagnesi…