Episodi di bullismo a Campagna: vittima una studentessa disabile

Episodi di bullismo in una scuola campagnese: studentessa costretta a cambiare istituto

Uno spiacevole e ripugnante episodio è successo tra i banchi e le mura di una scuola campagnese, nella quale, purtroppo, una giovane ragazza è stata vittima di bullismo.

Il triste episodio – riferisce SeiTv – ha visto protagonista una giovane studentessa disabile che, in un istituto scolastico campagnese, per un periodo abbastanza lungo, è stata bullizzata dai compagni di classe in ogni modo possibile ed immaginabile.

Purtroppo, la studentessa veniva presa in giro anche al di fuori dell’istituto, in modo particolare sul gruppo whatsapp della classe. Tutto questo è andato avanti per molto tempo e, ogni giorno, la mamma cercava di aiutare sua figlia dicendole di farsi forza costantemente e di ignorare tutte le ingiurie che, senza motivo, riceveva costantemente dai suoi compagni di classe.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, però, è stato l’ennesimo atto di bullismo nei confronti di questa innocente ragazzina che, purtroppo, si è vista derubare il proprio cellulare. Davanti a ciò, i genitori, esasperati dalla brutta situazione che vedeva coinvolta la propria figlia, hanno ben pensato di denunciare l’accaduto e di trasferire la giovane in un’altra scuola.

La scuola dovrebbe essere un luogo di aggregazione, di formazione e, allo stesso tempo, di divertimento. Dovrebbe essere un posto in cui conoscere nuove persone, stringere nuove amicizie e, perché no, trovare il primo amore. Insomma, una seconda casa. Purtroppo, però, questi bellissimi presupposti delle volte potrebbero non verificarsi a causa di qualche brutto individuo che gode nel vedere soffrire gli altri, soprattutto i più deboli.

Gli anni che si trascorrono tra i banchi di scuola dovrebbero essere unici e indimenticabili e, dunque, non dobbiamo permettere, per nessun motivo al mondo, che qualcuno vada a rovinare la vita o un pezzo di vita di giovani studenti. Non bisogna trasformare il mondo scolastico in un luogo malvagio da cui scappare per evitare la sofferenza.

Quando tutto ciò accade, purtroppo, fallisce la scuola, falliscono le famiglie, fallisce la società, fallisce l’umanità.