Chiena 2019, ordinanza del sindaco: divieto vendita bottiglie di vetro e lattine

E’ arrivato il giorno de ‘a Chiena. Dopo un anno di attesa torna l’evento più fresco dell’estate, ovviamente a Campagna.

Proprio in vista dell’esordio di oggi pomeriggio, la passeggiata in programma dalle ore 15:00 alle 16:00, il primo cittadino campagnese, Roberto Monaco, ha inoltrato un’ordinanza (n. 29 dell’11/07/2019) destinata ai commercianti (e di conseguenza agli utenti che prenderanno parte ai vari appuntamenti fino al 17 agosto) del centro storico.

Il provvedimento impone il divieto assoluto, nel perimetro del centro storico di Campagna, “ai pubblici esercizi nonché alle attività autorizzate alla vendita e alla somministrazione su area pubblica di vendere per asporto bevande in recipienti e bottiglie di vetro e/o di lattine ad eccezione delle consumazioni effettuate all’interno dei locali dell’esercizio di somministrazione e/o su pertinenze esterne su suolo debitamente autorizzato”.

L’ordinanza, inoltre, stabilisce che “è fatto assoluto divieto ai pubblici esercizi di diffondere musica e/o di svolgere spettacoli e/o intrattenimenti musicali e/o comunque attività rumorose al di fuori dei locali dell’esercizio commerciale che possano interferire con eventuali annunci diramati mediante l’impianto di filodiffusione”.

Ovviamente l’ordinanza n. 29 riguarda i giorni e le ore indicate dalla Pro Loco “Città di Campagna” in cui si svolgerà ‘a Chiena; con precisione:

-nei giorni di sabato 13, 20 e 27 luglio, 3 e 10 agosto 2019 dalle ore 14:45 alle ore 16.15;

-nei giorni di domenica 14, 21 e 28 luglio, 4 e 11 agosto 2019 dalle ore 11:45 alle 13:15 e dalle ore 14:45 alle ore 16.15;

-nei giorni di venerdì 16 e sabato 17 agosto 2019 dalle ore 23:45 alle ore 01:15.

Il sindaco “avverte che le violazioni alla presente ordinanza saranno punite con una sanzione amministrativa da euro 25,00 ad euro 500,00 ai sensi del D. Lgs. n.267/2000”.

L’ordinanza è stata pubblicata sull’Albo Pretorio del comune di Campagna (www.comune.campagna.sa.it) e diffusa mediante affissione di manifesti su tutto il territorio campagnese.