Elezioni provinciali, centrodestra: Roberto Monaco tra i papabili candidati

Monaco candidato alla provincia: i campagnesi (quasi tutti) sono entusiasti

Il mese di settembre è arrivato e, dopo le vacanze estive, ogni attività, tra cui la politica, riprenderà il suo corso naturale. Saranno, difatti, mesi infuocati per i vari partiti e movimenti politici, in quanto sono in programma (il prossimo 31 ottobre) le elezioni provinciali. Dunque, la stessa provincia di Salerno sarà impegnata in queste importanti votazioni.

A tal proposito – riporta AgendaPolitica.it -, è iniziata la “caccia” al candidato alla presidenza della Provincia, il quale sarà votato soltanto dai sindaci e dai consiglieri comunali; i consiglieri provinciali, invece, verranno eletti molto probabilmente nel mese di gennaio, salvo cambiamenti all’interno del decreto “Milleproroghe. Sarà estremamente dura per il centrodestra, quindi Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, battagliare in queste elezioni visto che la maggioranza dei comuni è schierata con il centrosinistra.

Ritornando alla scelta del candidato di centrodestra, all’interno della coalizione stanno valutando quale figura scegliere affinché possa svolgere il ruolo di presidente, in caso di elezione, nel migliore dei modi e che possa ricoprire in maniera esemplare il suo ruolo sulla Provincia. Stando alle prime indiscrezioni, la scelta oscillerebbe tra un politico iscritto ad uno dei partiti della coalizione, oppure un civico di area centrodestra, ma non appartenente ad alcun movimento politico.

Sono, infatti, già iniziati nei primi giorni di settembre i dialoghi telefonici; un vero e proprio “casting” si è aperto all’interno dei tre partiti di centrodestra per trovare la persona giusta per ricoprire tale delicato ruolo. Difatti, è già stata stabilita una prima riunione tra le segreterie provinciali che si è svolta mercoledì scorso, alle ore 17:00, all’interno della federazione di Fdi. All’incontro si sono presentati i portavoce provinciali quali Imma Vietri e Ugo Tozzi (Fdi), per gli azzurri è risultato presente il commissario provinciale Enzo Fasano mentre a rappresentare la Lega c’era il coordinatore provinciale Mariano Falcone.

Ci sono diversi nomi in ballo, ma nel caso in cui dovesse prevalere l’idea di scegliere un civico di area centrodestra come candidato alla presidenza della Provincia, tra questi è venuto fuori proprio il nome del sindaco di Campagna, Roberto Monaco. Il primo cittadino campagnese ha nettamente battuto i suoi avversari, Lembo e Luongo, alle ultime comunali dello scorso 10 giugno – una riconferma dopo il mandato precedente -, toccando quota 60% di voti a suo favore. Inoltre, il sindaco della città dell’acqua e del fuoco ha ricevuto lo scorso giugno anche la telefonata di Berlusconi che si è complimentato con lui per la vittoria conseguita – forse già allora qualcosa bolliva in pentola -. Altro elemento a suo favore è che può contare su un rapporto cordiale con i vertici locali di Fdi e, inoltre, il suo comune ospiterà, a fine mese, anche la prima festa regionale della Lega.

E’ questa, dunque, la proposta che, secondo indiscrezioni, i meloniani porteranno sul tavolo della trattativa. L’obiettivo è quello di attirare il consenso di sindaci e consiglieri civici di area centrodestra, ma soprattutto di quegli amministratori (vicini al centrosinistra) che sono rimasti delusi dal modo di governare di Canfora alla Provincia e di De Luca alla Regione. Probabilmente essi, nel segreto dell’urna, voterebbero più facilmente un candidato senza etichetta di partito.

Per il primo cittadino di Campagna, quindi, ci sono una serie di indizi che lasciano pensare ad una sua probabile candidatura nel caso venisse accettata la proposta di candidare un civico nell’area di centrodestra. Per Monaco, dunque, potrebbe aprirsi un altro scenario politico interessante, dopo la riconferma alla guida del comune salernitano.