Questione acqua, Monaco: “Riscontrata una carica batterica microbiologica”

“Acqua utilizzabile in ogni località”: divieto revocato da parte di Monaco

Arrivano importanti risvolti sul delicato caso riguardante il divieto dell’uso dell’acqua erogata, per uso potabile, che ha fatto tanto discutere e destato non poche preoccupazioni nei cittadini campagnesi nelle ultime ore.

Sul sito ufficiale del comune di Campagna, infatti, è arrivata prima una secca smentita da parte del primo cittadino sulla falsa notizia che – stando a quanto riporta il comunicato – stava circolando su internet e sui social network nella tarda serata di ieri. La suddetta fake news riguardava la presenza di sostanze radioattive nelle risorse idriche comunali:

“Si avvisa la Cittadinanza che sta circolando su internet e sui vari social network una falsa comunicazione indicante la presenza di sostanze radioattive nelle risorse idriche comunali. Oltre a smentire categoricamente la falsa comunicazione, si comunica che in data odierna (02.10.2019) è stata presentata pronta denuncia sull’accaduto alle autorità competenti”.

Poi, dopo la doverosa smentita, il primo cittadino, Roberto Monaco, ha cercato di rassicurare i campagnesi:

“Si precisa che è stata riscontrata nei campioni analizzati una carica batterica microbiologica che non genera manifestazioni cliniche di rilievo ed in via cautelativa, in attesa del ripristino dei valori predefiniti dalla normativa, è stata emessa l’ordinanza in oggetto”.

In ogni caso, però, rimane invariato (in attesa di una nuova comunicazione) il divieto dell’uso dell’acqua erogabile per uso potabile.