Arresti e denunce: operazioni dei carabinieri tra Campagna ed Eboli

Carabinieri, arresti e denunce: nuovi controlli tra Campagna ed Eboli

Nella giornata di ieri i carabinieri di Eboli e Campagna, in maniera sinergica, hanno effettuato dei nuovi e minuziosi controlli in entrambi i comuni della Piana del Sele. Dopo le dovute verifiche, sono state arrestate e denunciate alcune persone.

Difatti – riferisce Radio Alfa -, i carabinieri si sono occupati, sin dalle prime luci del mattino, della sorveglianza della circolazione stradale e, soprattutto, del controllo di un numero cospicuo di esercizi commerciali nelle zone tra Campagna ed Eboli.

I controlli effettuati hanno permesso di sequestrare una macelleria sulla litoranea per alcune violazioni inerenti le norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e i regolamenti in campo sanitario. Purtroppo, durante la fase del sequestro, il proprietario, un 48enne di origini marocchine, ha tentato di colpire i carabinieri con una bombola del gas. Nell’impatto è rimasto ferito lievemente un militare. Attualmente, il malintenzionato è stato posto ai domiciliari.

Sempre nel comune ebolitano, inoltre, durante dei pattugliamenti sono stati denunciati due uomini in quanto sorpresi alla guida senza patente ed è stato individuato e bloccato un pregiudicato del posto (successivamente arrestato), poiché evaso dai domiciliari. Infine, sono stati controllati anche due istituti di scuola superiore ubicati ad Eboli: i militari dell’arma, al termine delle operazioni di controllo, hanno sequestrato diverse dosi di hashish e segnalato due studenti minorenni all’autorità prefettizia, entrambi trovati in possesso di sostanze stupefacenti.

Nel territorio campagnese, invece, un 29enne extracomunitario è stato sorpreso mentre spacciava marijuana all’interno di un centro per richiedenti asilo. Malgrado il 29enne abbia provato a scappare, è stato bloccato dai carabinieri, i quali hanno proceduto ad una perquisizione personale e domiciliare. Dopo i dovuti controlli, sono stati rinvenuti e sequestrati involucri di marijuana. Il ragazzo ora è ai domiciliari.

Ancora un ottimo e splendido lavoro, dunque, da parte del capitano della compagnia dei carabinieri di Eboli, Luca Geminale, e del maresciallo della stazione campagnese, Angelo Solimene.