Allerta meteo sulla Campania: prorogata fino alle ore 12:00 di oggi

Allerta meteo sulla Campania: prorogata fino alle ore 12:00 di oggi

Comunicato stampa

La perturbazione che da giorni sta interessando la Campania continua a persistere sul territorio e si estende anche su settori che non erano inclusi nell’allerta. Per questo motivo la Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l’attuale criticità (con scadenza alle ore 9:00 di questa mattina) fino alle ore 12:00 di oggi (quindi di ulteriori 3 ore) estendendola, a partire dalle ore 18:00 di ieri, anche alla zona 2 (Alto Volturno e Matese). Il livello di allerta resta Giallo.

Da ieri sera si è verificato un ulteriore allargamento delle precipitazioni, che si sono verificate in più punti del territorio, anche a carattere di rovescio o temporale. Sono previste in queste ore possibili raffiche di vento nei temporali. L’unica zona non inclusa nell’avviso è la 4 (Alta irpinia e Sannio).

I possibili rischi riguardano “ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc); caduta massi in più punti del territorio; fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate per effetto della saturazione dei suoli.”. Proprio a quest’ultimo aspetto, quello dell’accumulo di acqua nei terreni dovuto alle scorse precipitazioni, i tecnici invitano a prestare la massima attenzione anche in assenza di nuove piogge.

La Protezione civile raccomanda alle autorità competenti di mantenere attive o porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi sia in ordine al dissesto idrogeologico che alle sollecitazioni dei venti e del mare.
Si raccoma
nda altresì di prestare attenzione alle comunicazioni ufficiali diramate dalla Sala Operativa e dal centro Funzionale.

Fonte. Pagina Facebook “Regione Campania”