Spaccio di stupefacenti: finisce in manette un 33enne campagnese

Spaccio di stupefacenti: finisce in manette un 33enne campagnese

Il maresciallo Angelo Solimene e i suoi uomini hanno “colpito” ancora. Grazie ad una importante e mirata operazione di controllo del territorio, nonché di lotta allo spaccio di stupefacenti, i militari della stazione di Campagna sono riusciti ad individuare ed arrestare un giovane spacciatore campagnese.

L’operazione di arresto è scattata nel primo pomeriggio di sabato 30 novembre: i carabinieri di Campagna – riferisce Voce di strada – hanno perquisito il giovane campagnese, M.F. le sue iniziali, e poi hanno esaminato anche l’abitazione dello stesso. Dopo tutti i dovuti controlli, il ragazzo è stato arrestato nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti di tipo cocaina.

Il 33enne di Campagna, il quale era già da diversi giorni monitorato dai carabinieri, è stato trovato in possesso di un importante quantitativo di cocaina, circa seimila euro di sostanze stupefacenti. La droga era in parte già suddivisa in dosi in cellophane trasparente termosaldato, pronta per essere in messa sul mercato. Nell’abitazione del giovane sono stati trovati anche tutti gli attrezzi funzionali alla sua illecita attività: due bilancini di precisione e diverso materiale utile per confezionare le dosi.

Il tutto, ovviamente, è stato sequestrato dai militari dell’Arma, compresi i 700 euro in possesso del malfattore, in quanto provenienti dall’attività di spaccio dello stesso. Inoltre, dopo nuovi e specifici controlli sul giovane, i carabinieri hanno appurato che il 33enne fosse anche percettore del reddito di cittadinanza.

Dopo tutte le formalità di rito, dunque, il giovane campagnese è stato condotto presso la casa circondariale di Salerno in attesa dell’udienza di convalida. Meritano un grande plauso, per tutto l’importante ed ineccepibile lavoro di monitoraggio del territorio che stanno eseguendo, il maresciallo Solimene e tutti i carabinieri della stazione di Campagna.