Attenzione alla scolopendra in casa o giardino: ecco cosa potrebbe fare

Anche se l’homo sapiens risulta per molti versi imparagonabile con altre specie animali magari già presenti prima della diffusione umana, oggi come allora i parametri per comprendere il livello di condivisione necessario con le altre specie spesso porta animali ed umani ad “incontrarsi”. In partcolare insetti ed invertebrati quasi sempre non sono accolti propriamente in modo positivo pur avendo quasi sempre una certa importatnza. La scolopendra costituisce proprio una generica specie di invetebrato dalle medie dimensioni, non appartenenti al contesto degli insetti pur venendo spesso scambiati per questi ultimi, queste forme di vita sono anche note come centopiedi e sono molto comuni in quasi ogni contesto abitativo. Cosa bisogna fare se si trova una scolopendra in casa o in giardino?

La diffusione di questi insetti, soprattutto nei contesti ambientali estivi è molto comune sia nelle città che negli ambienti rurali. Ma cosa fare in caso di “incontri”?

Basta conoscere un po’ il comportamento di questi animali per scoprirlo.

Scolopendra in casa o giardino: ecco cosa bisogna fare

scolopendra in casa

Sono dei lunghi invetebrati, con decine di paia di zampe, che utilizzano per muoversi con grande rapidità anche attraverso terreni difficili. Possono anche superare i 15 centimetri di lunghezza, le scolopendre sono generalmente di colore bruno ma possono essere anche trovate in altre varianti cromatiche.

La più comune è la Scolopendra cingulata, in quanto ha un corpo chitinoso rigido composto da varie placche, con una testa che presentaa 4 occhi.

Privilegiano gli ambienti scuri, mediamente umidi e nascosti, si nutrono di insetti ma anche di larve e costituiscono quindi una utile risorsa per debellare animali fastidiosi come scarafaggi e zanzare, però le scolopendre possono essere comunque in grado di infestare riproducendosi in poche settimane, soprattutto se sono presenti oggetti impilati, rocce, ma anche spazio tra i mobili e simili.

Questi animali generalmente in presenta degli esseri umani tendono a scappare ma se la fuga non è possibile o se si sentono minacciati fanno ricorso al veleno di cui sono naturalmente dotati per cacciare, un morso di scolopendra non è particolarmente pericoloso ma può comunque causare febbre, infiammazione dei tessuti, debolezza e malessere, ma anche forme di edema, ed un dolore piuttosto intenso radicato nella zona del morso.

In generale sono animali utili quindi è meglio rendere l’habitat poco consono alle loro “scorrerie” tenendo l’ambiente pulito e soprattutto ben ventilato, esistono però alcuni oli essenziali che possono fungere da deterrente per questi animali, in particolare aromi intensi come quelli di limone, menta ed alloro ma anche l’aceto risulta essere sgradito da parte di questi animali.

author avatar
Vincenzo Galletta
Vincenzo Galletta è un rinomato copywriter e giornalista, con una vasta esperienza nel mondo dell'economia, dell'oroscopo e molte altre categorie. La sua capacità di comunicare in modo chiaro e coinvolgente lo ha reso una figura autorevole e rispettata nel campo del giornalismo online. Con milioni di seguaci che lo guardano come una fonte di informazioni affidabile e interessante, Vincenzo ha dimostrato di avere una profonda conoscenza dei temi che tratta, offrendo ai suoi lettori un'ampia gamma di contenuti informativi e intriganti. Grazie alla sua competenza multipla e alla sua abilità nel tenere il pubblico incollato alle sue parole, Vincenzo continua a ispirare e informare un vasto pubblico online con i suoi articoli e le sue previsioni.
POTREBBE INTERESSARTI