Incentivi auto 2023: ecco tutte le novità che devi sapere

L’incentivo concepito per l’acquisto di una nuova automobile in particolare ad emissioni ridotte o zero non è una novità dell’ordinamento come lo conosciamo oggi, anzi costituisce una forma diffusa di queste agevolazioni che sono spesso replicate anno per anno. Gli incentivi auto sono stati infatti riproposti anche per il 2023 sotto una formulazione nuova ma che presenta alcune differenze rispetto al passato.



Incentivi auto 2023: ecco tutte le novità che devi sapere

Confermata rispetto allo scorso anno la modalità di erogazione degli incentivi auto che sono sostanzialmente degli sconti che sono elargiti direttamente dallo stato sia per i privati che per i titolari di autonoleggio/car sharing e leasing, seppur in maniera diversa. Sono contemplate agevolazioni sia per veicoli da rottamare che senza questa prerogativa, e come  prevedibile, sono presenti agevolazioni maggiori per chi decide di optare per veicoli a bassa emissione.

Le agevolazioni, che possono essere richieste per le automobili a partire dal 10 gennaio fino al 31 dicembre 2023, sono attivabili per un solo nucleo familiare per quanto riguarda gli utenti privati, mentre per le varie aziende di noleggio la possibilità di acquistare più veicoli è valida a patto di mantenere la proprietà per almeno 12 mesi.



Gli incentivi sono concepiti in base alle emissioni ma anche in base alla tipologia di risorsa utilizzata per la propulsione:

  • 5.000 euro con rottamazione e 3.000 euro senza rottamazione con emissioni 0-20 g/km (auto elettriche).
  • 4.000 euro con rottamazione e 2.000 euro senza rottamazione per autoveicoli con (auto ibride plug-in).
  • 2.000 euro solo con rottamazione per autoveicoli con(auto full/mild hybrid, benzina, diesel, metano, gpl)

Le agevolazioni sono ottenibili direttamente con l’acquisto presso la concessionaria che deve fare un’opportuna richiesta attraverso il portale messo a disposizione del governo, per l’occasione sviluppato nuovamente.



Va ricordato che le risorse stanziate per gli incentivi auto sono limitate e quindi potrebbero non bastare per tutte le richieste che inevitabilmente saranno effettuate nel corso del 2023.