Se hai questa età non assumere Tachipirina 1000: ecco quale, attenzione

La Tachipirina, come abbiamo imparato a conoscere, è un farmaco antidolorifico ed antipiretico, acquistabile senza obbligo di prescrizione medica. L’essenza curativa della Tachipirina è il paracetamolo. Il meccanismo d’azione è legato all’inibizione della sintesi delle prostaglandine, l’influenza predominante sul centro di termoregolazione nell’ipotalamo e perfeziona il trasferimento di calore. Il paracetamolo, di cui la Tachipirina è composta, è una medicina generalmente utilizzata che può soccorrere nel trattare il dolore e a diminuire l’elevata temperatura.



Viene solitamente impiegato per diminuire il dolore lieve o moderato, come mal di testa, mal di denti, distorsioni e ridurre la febbre causata da malattie come raffreddore e influenza. Il paracetamolo è quasi sempre raccomandato come uno dei primi processi per il dolore, in quanto è sicuro per la più grande parte delle persone e gli effetti collaterali sono infrequenti. La Tachipirina è anche un buon sostituto dell’aspirina, specialmente nei pazienti in cui sussistono problemi di stomaco o in terapia con anticoagulanti. Possiede poi la proprietà analgesiche e antipiretiche paragonabili a quelle dell’aspirina, mentre gli effetti antinfiammatori sono alquanto scarsi.

Se hai questa età non assumere Tachipirina 1000: ecco quale, attenzione

Il farmaco è valutato sereno se correttamente utilizzabile e il rischio principale è unito a potenziali sovradosaggi, in genere figlio di errori inconsapevoli. Difatti, per tale motivo è parecchiorilevante riferirsi alle dosi consigliate dal pediatra o, nel caso di dubbio, rivolgersi sempre a pediatra o farmacista. L’assunzione di Tachipirina 1000 mg è indicata unicamente negli adulti e nei ragazzi sopra i 15 anni di età, dunque occhio all’età. Si può assumere fino a 3 volte al giorno con un intervallo tra le somministrazioni non al di sotto alle quattro ore, per un massimo di 3 compresse o 3 bustine al giorno.



Il picco massimo dell’effetto analgesico si rivela entro 1 ora e dura, in genere, da 4 a 6 ore a seconda del formato e può diminuire la febbre in 30 minuti dall’inizio della somministrazione con una durata dell’effetto antipiretico di almeno 6 ore.

Vi diciamo infine, che l’OMS suggerisce di dare ai bambini il paracetamolo solo se esibiscono febbre maggiore di 38-38,5 °C perché la febbre rimane comunque un meccanismo di difesa dell’organismo che non andrebbe cancellato del tutto.