Bonus nido 2023: ecco chi potrà richiederlo e come

Il Bonus nido corrisponde ad una forma di agevolazione che non è troppo differente dai vari bonus legati alla nascita ed alla crescita economica dei bambini, in una nazione come l’Italia, divenuti molto importanti in quanto le varie crisi hanno ovviamente condizionato anche la crescita “umana”. Di cosa si tratta e chi potrà usufruirne?



Bonus nido 2023: ecco chi potrà richiederlo e come

Il Bonus nido è una forma di agevolazione sotto forma di “sconto” per ridurre la spesa effettiva in merito al pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati nello specifico come forma di contributo mensile in denaro per l’iscrizione e la frequenza scolastica dei bambini al di sotto dei tre anni di età.

Queste strutture costituiscono qualcosa di molto importante se non fondamentale in tal senso.



Tra i requisiti principali per poter fare richiesta ed ottenere il Bonus nido vanno menzionati:

  • cittadinanza italiana
  • cittadinanza UE
  • permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo
  • carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea; (art. 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30);
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea (art. 17, d.lgs. 30/2007);
  • status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria;
  • residenza in Italia
  • relativamente al contributo asilo nido, il genitore richiedente deve essere il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta;
  • relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve avere la stessa residenza del figlio.

Bisogna anche presentare e “dimostrare” la regolare iscrizione ad un asilo nido pubblici o privati, con regolare pagamento delle rette effettuato, dimostrando in fase di domanda anche di aver effettuato già i pagamenti delle varie rette.



L’importo viene calcolato in base all’ISEE, strumento che non è fondamentale per l’ottenimento ma che in sua assenza durante la domanda, viene calcolato l’importo “Minimo”

Ecco gli importi relativi all’ISEE:

  • famiglie con ISEE sotto i 25.000 euro all’anno – bonus fino a 3.000 euro erogato con assegno mensile da 272,73 euro per 11 mensilità;

  • famiglie con ISEE compreso 25.001 e 40.000 euro all’anno – bonus fino a 2.500 euro erogato con assegno mensile da 227,27 euro per 11 mensilità;

  • famiglie con ISEE sopra i 40.001 euro all’anno – bonus fino a 1.500 euro erogato con assegno mensile da 136,37 euro per 11 mensilità.

E’ possibile fare richiesta del Bonus Nido attraverso qualsiasi Caf / Patronato oppure direttamente attraverso il sito dell’INPS.

Bonus nido