Quante arance servono per la spremuta? Ecco la risposta

La spremuta d’arancia raffigura un ottimo alimento che non può scarseggiare in un regime alimentare salutare. Le arance fanno parte della famiglia degli agrumi e sono tra le coltivazioni in maggior misura presenti nel nostro bacino del mediterraneo. La spremuta d’arancia consta in una bevanda perfetta sia per gli adulti che per i bambini, da assumere specialmente nella stagione invernale, dal momento che le arance sono una sorgente naturale di vitamina C, indispensabile per la prevenzione delle sindromi da raffreddamento.



Preparare una buona spremuta d’arancia è alquanto semplice, e osservando le accortezze di questa breve ma esauriente guida, potrete ottenere dei prodotti molto prelibati. Quindi, nei passi successivi vedremo come procedere.

Quante arance servono per la spremuta? Ecco la risposta

Per prima cosa è necessario selezionare con molta attenzione gli agrumi più proporzionati. A tale fine, infatti, è importantissimo essere a conoscenza che le arance si suddividono in due categorie. Troviamo, infatti, quelle da tavola e quelle da spremuta. In casa con spremi agrumi manuale con un costo 1€ in offerta al supermercato), servono di media 3 arance da spremuta di piccolo calibro per conseguire 200ml di succo. Per ogni arancia, compreso taglio del frutto e pulizia del filtro, serve circa un minuto.



Le arance da tavola si presentano con una buccia particolarmente spessa, con lo spicchio ben definito, oltre ad essere ricche di polpa. Per questa ragione, al momento della spremitura non presentano una buona resa. Le arance da spremuta, al contrario delle precedenti, presentano una buccia sottile e sono abbastanza ricche di succo. Una volta scelte le arance che fanno al caso proprio, è necessario lavarle con l’acqua corrente arricchita di qualche goccia di disinfettante per alimenti, per poi asciugarle accuratamente mediante un foglio di carta da casa, in modo tale da riuscire ad asportare tutti quanti i residui di conservanti, e soprattutto per eliminare gli eventuali germi accumulati con i vari passaggi.

Naturalmente è consigliabile bere la spremuta d’arancia al naturale, ossia senza l’aggiunta di saccarosio oppure di dolcificanti. Ricordiamo infine che per un bicchiere di spremuta d’arancia, pari a 200-250 ml, come abbiamo già detto, necessiteranno tre arance di taglia media. Detto ciò, possiamo stabilire che è possibile bere la propria premuta d’arancia al naturale, tramite pochi e semplici passaggi come quelli summenzionati.